L’uomo che metteva in ordine il mondo

Ove è un pensionato svedese che vive in un tranquillo quartiere residenziale. Ama le cose fatte come dice lui, la routine, la Skoda, le patate e odia le ingiustizie! Ha vissuto una vita onesta, votata al lavoro e ai sani principi e all’improvviso le giornate scandite da ritmi sempre uguali e facce note verranno rivoluzionate da una simpatica donna straniera che si trasferisce nel quartiere insieme a due bambine e al marito un po’ imbranato, che diverranno croce e delizia di Ove!

Il libro è un bellissimo romanzo che scorre narrando le disavventure di Ove tra presente e flashback.

Ogni capitolo ci fa riflettere su quanto la società moderna talvolta sembri aver perso il senso della misura ma soprattutto il senso della concretezza delle cose e dei rapporti umani.

Ci si innamora facilmente del personaggio, che pur dando l’idea a prima vista di essere un tipo burbero, estremamente attento , preciso e fissato con la pulizia e l’ordine , è un uomo capace di profondi legami d’amore. Fondamentalmente, dunque, è una bellissima storia d’amore e di tolleranza.

Ad Ove non interessa nè piace socializzare, è disturbato da segni di scarpe sul pavimento e da un piano della cucina poco oliato, non ha mai cambiato marca di auto, nè concepisce le diavolerie moderne, ma è un uomo che quando qualcuno ha bisogno di aiuto, agisce senza troppe sovrastrutture mentali. Divide il mondo in ciò che è giusto e ciò che non lo è, e le ingiustizie, in genere, non sono molto arbitrarie. Sonia, la moglie, è una donna invece colorata nell ’animo e nel vestire, socievole, che ama il contatto e le relazioni umane, la lettura e le novità. La loro è una storia d’amore onesta, sincera e appassionata.

Penso che uno dei messaggi più forti di questo bellissimo romanzo, sia l’accettare l’altro con le proprie diversità. Siano esse religiose, di orientamento sessuale, di letture o di scelta della marca di auto da guidare e di come talvolta la durezza sia forse necessaria per non lasciare che tutto ci travolga. E allora meno male che esiste chi rimane adeso ai propri principi, chi nonostante l’immobilismo, però, è in grado di fare ciò che deve quando deve senza che gli venga chiesto.

Ecco perché ci si innamora facilmente di Ove, perché è capace di un amore assoluto, definitivo, netto, che non scende a patti con niente se non con se stesso.

Io l’ho acquistato su Amazon.

Fatemi sapere se lo avete letto o se lo leggerete , vi abbraccio e a presto!!

L'uomo che metteva in ordine il mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *