Il linguaggio segreto dei fiori

Ho trovato questo romanzo esattamente come un fiore: bellissimo e delicato, incantevole e fragile.
Victoria è una ragazza orfana , che ha vissuto passando da una comunità all’altra in cerca delle sue radici, sperando di trovare qualcuno che riuscisse ad amarla ‘per quello che è’ . Nella sua vita è stata molte volte tradita dall’affetto provato e dalle speranze mal riposte. Solo il suo carattere apparentemente distaccato ed ostile le ha permesso di sopravvivere ed arrangiarsi, ma alla fine è anche ciò che l’ha rinchiusa in istituto fino alla maggiore età. Questa giovane donna è un personaggio che ho trovato meraviglioso e che incarna perfettamente il percorso di crescita di un essere umano, le difficoltà che deve fronteggiare, l’annaspare di fronte a problemi più grandi di sè . É un percorso comune a molti in cui ci si identifica in diversi stati d’animo e riflessioni. Inoltre è ben scritto, la lettura è scorrevole , con uno stile semplice e senza fronzoli.

Il linguaggio dei fiori fa solo da sfondo ad una vicenda emozionante, che entra fin nel cuore del lettore e lì lascia un suo piccolo segno.
Non posso che consigliare la lettura di questo romanzo a chiunque abbia voglia di tuffarsi anima e corpo in un’avventura emotivamente coinvolgente, una storia straordinaria ma non priva di difficoltà che ci ricorda che l’amore è autonomo, ed anche se non si è stati amati, si può ugualmente riuscire ad amare in modo completo e profondo indipendentemente da ciò che siamo stati e da ciò che siamo.

Se vi va fatemi sapere cosa ne pensate se lo avete già letto.

Vi abbraccio e a presto!!

Lo strano mondo di Alex woods

 

Lo straordinario mondo di  Alex woods , libri , leggere

Il libro racconta la storia di Alex Woods, nel libro lo conosciamo all’età di 17 anni, per poi tornare indietro in un racconto dettagliato della sua vita dai 10 anni ai 17. Conosceremo l’incidente che ha causato ad Alex attacchi di epilessia, scopriremo come Alex reagirà a questi attacchi e come riuscirà ad andare avanti. Troveremo diversi eventi importanti che lo portano a cambiamenti piccoli o radicali. Fra questi c’è sicuramente lo strano incontro con il signor Peterson che porterà ad un’amicizia particolare, ma duratura e profonda.

Alex non è sicuramente un bambino come tutti gli altri, i suoi interessi principali sono la neurologia, la fisica, la scienza e l’astronomia; passa gran parte della sua vita a leggere e a fare domande, è estremamente curioso, molto intelligente e completamente sincero; ma è ancora molto innocente e sicuramente non riesce a rapportarsi con gli altri come fanno tutti. Le uniche persone che riescono a sopportare le sue domande e i suoi discorsi (oltre ai medici e scienziati) sono il signor Peterson e rarissime volte la sua “amica per forza” Ellie.
Questo romanzo è ricco di sentimenti, ma anche di conoscenza…
Ho amato fin da subito questo protagonista così diverso, così intelligente e sensibile , da difendere, proteggere, ascoltare e conoscere. Ho passato buonissima parte della lettura sentendomi parte della vita di Alex, come se camminassi mano per mano con lui nelle sue scelte, nella sua crescita e nei suoi cambiamenti.
Due personaggi quasi di sfondo che ho amato sono la mamma di Alex e Ellie. La prima perché l’ho sentita molto vicino a me, una mamma fuori dalle righe, considerata dalla maggior parte della gente un po’ pazza, una mamma che in punti di piedi e sottovoce segue il figlio e lo conosce come le proprie tasche (quando in realtà nessuno, nemmeno Alex, si aspetterebbe una persona così attenta e intuitiva). Ellie che conosciamo davvero poco, mi ha lasciato il segno; entra nella vita di Alex in modo improvviso e quasi prepotente, per poi non lasciarla più. Ellie è una ragazza schietta e leggermente problematica, ama cacciarsi nei guai e cerca in tutti i modi di andare contro al volere dei suoi genitori, ma nonostante questo è un personaggio che alla fine di tutto aiuterà Alex con piccole azioni che potrebbero passare inosservate ma che sicuramente lasciano il segno.

Le scelte che prendono i personaggi possono essere condivise o meno, ma vanno sicuramente rispettate proprio come nella vita reale.

E’ un libro che consiglio con il cuore in mano, è un libro dolce ma intelligente, una storia in grado di spaccare il cuore ma anche di far sorridere, un libro con un protagonista unico e speciale che non potrà far altro che farvi commuovere sorridere e che è impossibile non amare.

L’uomo che metteva in ordine il mondo

Ove è un pensionato svedese che vive in un tranquillo quartiere residenziale. Ama le cose fatte come dice lui, la routine, la Skoda, le patate e odia le ingiustizie! Ha vissuto una vita onesta, votata al lavoro e ai sani principi e all’improvviso le giornate scandite da ritmi sempre uguali e facce note verranno rivoluzionate da una simpatica donna straniera che si trasferisce nel quartiere insieme a due bambine e al marito un po’ imbranato, che diverranno croce e delizia di Ove!

Il libro è un bellissimo romanzo che scorre narrando le disavventure di Ove tra presente e flashback.

Ogni capitolo ci fa riflettere su quanto la società moderna talvolta sembri aver perso il senso della misura ma soprattutto il senso della concretezza delle cose e dei rapporti umani.

Ci si innamora facilmente del personaggio, che pur dando l’idea a prima vista di essere un tipo burbero, estremamente attento , preciso e fissato con la pulizia e l’ordine , è un uomo capace di profondi legami d’amore. Fondamentalmente, dunque, è una bellissima storia d’amore e di tolleranza.

Ad Ove non interessa nè piace socializzare, è disturbato da segni di scarpe sul pavimento e da un piano della cucina poco oliato, non ha mai cambiato marca di auto, nè concepisce le diavolerie moderne, ma è un uomo che quando qualcuno ha bisogno di aiuto, agisce senza troppe sovrastrutture mentali. Divide il mondo in ciò che è giusto e ciò che non lo è, e le ingiustizie, in genere, non sono molto arbitrarie. Sonia, la moglie, è una donna invece colorata nell ’animo e nel vestire, socievole, che ama il contatto e le relazioni umane, la lettura e le novità. La loro è una storia d’amore onesta, sincera e appassionata.

Penso che uno dei messaggi più forti di questo bellissimo romanzo, sia l’accettare l’altro con le proprie diversità. Siano esse religiose, di orientamento sessuale, di letture o di scelta della marca di auto da guidare e di come talvolta la durezza sia forse necessaria per non lasciare che tutto ci travolga. E allora meno male che esiste chi rimane adeso ai propri principi, chi nonostante l’immobilismo, però, è in grado di fare ciò che deve quando deve senza che gli venga chiesto.

Ecco perché ci si innamora facilmente di Ove, perché è capace di un amore assoluto, definitivo, netto, che non scende a patti con niente se non con se stesso.

Io l’ho acquistato su Amazon.

Fatemi sapere se lo avete letto o se lo leggerete , vi abbraccio e a presto!!

L'uomo che metteva in ordine il mondo

#LeggiCheTiPassa

Buongiorno!! Oggi con grandissima gioia inauguro la rubrica #LeggiCheTiPassa … ovvero una sezione del blog dedicata a tuuuuuti i libri che per me sono veri e propri gioielli . Quelli difficili da dimenticare , che senza accorgertene, ti portano un gradino più su , con un bagaglio di consapevolezze sulle spalle sempre più variopinto e sempre meno leggero.  Adoro i libri perchè sono possibilità , sono vie di fuga . Ti danno delle alternative quando non ne hai più . Do un immenso valore al pensiero , ma le sensazioni le ritengo altrettanto vitali, e i libri in questo sono pazzeschi , mi fanno ridere , piangere , temere , sperare ed esultare.

Dunque cominciamo!! Inizio con un libro che ho amato molto: Stoner.

william stoner

Vi avevo già accennato qualcosa su instagram ma vorrei parlarvene di nuovo in modo un pochino più approfondito.

Stoner è un romanzo che affascina e travolge per la sua apparente semplicità dietro la quale però scorre una vita tutt’altro che facile.

E’ impossibile non venire emotivamente assorbiti dalle vicende dei personaggi , dai loro stati d’animo così ben sondati da risultarci spesso famigliari. Così profondi e sinceri entrano a gamba tesa gettandoci a terra per poi tenderci una mano ed aiutarci piano piano a risalire. In questo libro si parla di vita, dei suoi drammi , dei suoi perché e delle sue inspiegabili ed inaspettate complicazioni, e di amore. Quell’amore che è la nostra salvezza , la nostra inestimabile fonte di luce e di rinascita.

Stoner attraversa la sua esistenza fermandosi al ruolo di spettatore incapace di intervenire per cambiare gli eventi. In molti casi è spezzato e sopraffatto da una realtà feroce e complessa, in cui tutti ci muoviamo con difficoltà. Non importa ciò che avremmo voluto fare ma solo ciò che realmente facciamo. La forza di questo romanzo è proprio nel racconto di una vita pacata, senza grandi avvenimenti e travolgenti decisioni. Sbirciando sotto il quieto vivere però, scoprirete un mondo che catturerà il vostro cuore ponendo Stoner tra i personaggi che ricorderete sempre con grande affetto.

Spero di avervi incuriosito , se lo avete già letto o se deciderete di leggerlo fatemi sapere cosa ne pensate.

Vi mando un bacio grande..BuonLeggere e a presto!!

stoner , merenda